Storia della depilazione: 5000 anni di rimozione peli!

storia-della-depilazione
0Shares
0 0
Come beauty blogger vado piuttosto d’accordo un po’ con tutti quelli che sono i trattamenti di bellezza. L’unico che proprio trovo una cosa ingrata è la depilazione. La trovo dolorosa, noiosa e dispendiosa a livello di tempo e soldi. Tuttavia avere le gambe pelose come un calciatore non è in cima ai miei desideri e quindi vengo a patti con questa necessità. Sono in buona compagnia però, non solo perché nel mondo decine di altre donne sono nella stessa mia condizione ma anche e soprattutto perché nei millenni milioni di donne hanno voluto la pelle liscia come una pesca. Signore (e signori) questa è la storia della depilazione.

Antico Egitto

Gli egiziani sono stati i precursori di molti rituali di bellezza, ma hanno investito indubbiamente più tempo nella depilazione. Le donne dell’antico Egitto hanno rimosso tutti i loro peli del corpo, inclusi quelli sulla testa, con una pinzetta (fatta con conchiglie), pietre pomici o le prime cere d’api e cere a base di zucchero (quella che ora chiamiamo ceretta araba).

Gli egiziani avevano anche un sacco di beauty trend schifosi leggili qui.

Impero Romano

Durante l’Impero Romano, la mancanza di peli corporei era considerata un segno distintivo tra le classi. Le donne e gli uomini ricchi hanno usato rasoi realizzati con selci, pinzette, creme e pietre pomici per rimuovere i peli in eccesso. In effetti, anche i peli pubici sono stati considerati incivili, motivo per cui molte famose statue e dipinti di donne greche sono raffigurati senza peli.

Medioevo

Proprio come Cleopatra era un trendsetter ai suoi tempi, così anche la regina Elisabetta I lo fu durante il Medioevo. Ha stabilito definito la depilazione femminile come una priorità, e molte donne hanno seguito il suo esempio rimuovendo qualsiasi peluria in eccesso dai loro volti… ma non dai loro corpi! La moda di quest’epoca fu quella di rimuovere sopracciglia e la prima fascia di capelli dalla fronte (per farla apparire più grande), cosa che le donne facevano usando l’olio di noce, o bende imbevute di ammoniaca (che ottenevano dai loro animali domestici felini) e aceto.

1700

La fine del XVIII secolo inaugurò un approccio più civile alla depilazione. Mentre le donne europee e americane non ci tenevano troppo in considerazione, Jean Jacques Perret, un barbiere francese, nel 1760 creò il primo rasoio da uomo utilizzabile alcune donne.

1800

Nel 1844, il Dr. Gouraud aveva creato una delle prime creme depilatorie chiamata Poudre Subtile. Poco dopo, nel 1880, King Camp Gillette creò il primo rasoio moderno per uomo moderno e così nacque una rivoluzione. Tuttavia, sarebbero passati altri tre decenni prima che apparisse un rasoio commercializzato specificamente per le donne.

Primi anni del 1900

Nel 1915, Gillette creò il primo rasoio specifico per le donne, il Milady Decolletée. I primi anni del 1900 hanno visto anche pubblicità di creme depilatorie indirizzati alle masse. Nel 1907 iniziò a circolare una pubblicità per la polvere depilatoria X-Bazin, promettendo di rimuovere “l’umiliante crescita di peli su viso, collo e braccia”. Un decennio dopo, una delle principali riviste di moda femminile pubblicò una pubblicità con una donna con le braccia alzate e le ascelle nude, la prima nel suo genere.

Anni ‘40

Remington lanciò il primo rasoio elettrico da donna nel 1940 dopo il successo di una versione maschile. A causa della carenza di nylon in tempo di guerra, più prodotti e tecniche per la depilazione si sono affacciate sul mercato poiché le donne sono state costrette ad andare a gambe nude più spesso.

Anni ’50

Durante gli anni ’50, la depilazione divenne più accettata pubblicamente. Poiché molte creme depilatorie erano ancora irritanti per la pelle, le donne si affidavano ai rasoi per radersi le gambe, le ascelle ed alle pinzette per curare e definire la forma delle proprie sopracciglia.

Anni ‘60

La ceretta e le relative strisce depilatorie fecero il loro debutto negli anni ’60 e divennero rapidamente il metodo più scelto per rimuovere i peli superflui sotto le braccia e sulle gambe. Il primo metodo di epilazione laser è arrivato sul mercato a metà degli anni sessanta, ma è stato rapidamente abbandonato a causa dei danni che causava alla pelle.

Anni ’70

Sebbene l’elettrolisi fosse in circolazione da quasi un secolo, divenne più affidabile e sicura negli anni ’70 con lo sviluppo di apparecchiature transistorizzate. Il decennio vide anche una rinascita nella rimozione dei peli della zona bikini quando la moda del costume da bagno degli anni ’60 esplose.

Anni ’80-Presente

Oggi, la maggior parte delle donne si affida a qualche forma di depilazione all’interno della propria beauty routine, che si tratti di pinzette, rasatura, ceretta o epilatore elettrico. Le barre per cerare, i brow bars all’interno delle profumerie e i centri di depilazione laser sono sempre in ascesa e continuano a salire. Le nuove tecnologie di depilazione lo hanno reso uno dei servizi di bellezza più popolari in circolazione.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *