Piedi con pianta larga: quali scarpe scegliere

piedi-pianta-larga-scarpe

I piedi non sono tutti uguali ma possono essere diversi nella forma della pianta e delle dita. Ciò non significa, ovviamente, che vi possano essere ripercussioni sulla salute, ma sulla vestibilità di una scarpa piuttosto che un’altra sì. Chi ad esempio possiede un piede con pianta larga non potrà indossare qualsiasi tipo di calzatura, indistintamente, ma dovrà selezionare accuratamente i modelli per evitare di stare scomodi e causare problemi anche alla colonna vertebrale. Vediamo allora quali scarpe scegliere se si ha un piede con una pianta larga.

La conformazione del piede a pianta larga

Il piede con pianta larga viene definito anche “piede romano”. Di solito questo piede possiede la parte anteriore più larga e tozza, e la lunghezza delle dita non risulta armonica, in quanto molto spesso l’alluce e le due dita successive possono apparire identici, mentre quarto e quinto dito vanno a scalare. Si tratta dunque di una forma di piede molto particolare, che non può indossare qualsiasi tipo di scarpa, ma la scelta di quest’ultima va, anzi, mirata ed effettuata con cura.

No a scarpe troppo strette e con punta

La prima regola per chi ha un piede con la pianta larga è quella di non acquistare mai scarpe di modello troppo stretto o affusolato o con estremità appuntita. Questo infatti costringerebbe il piede ad essere compresso, con conseguente accavallamento delle dita, soprattutto le prime due, causando con il tempo alluce valgo. Da evitare anche i tacchi troppo alti, nelle scarpe femminili, poiché essi potrebbero determinare una callosità appena sotto la pianta, con dolore allo sfregamento.

La scarpa giusta: morbida e aperta

La scarpa perfetta per questo tipo di piede è in realtà un sandalo, aperto per consentire agilità e leggerezza, ma non troppo largo, al fine di impedire che si formino poi vesciche e calli. In inverno invece, stagione in cui i sandali non possono essere calzati, sarebbe preferibile optare per una scarpa morbida, in vera pelle o dal materiale che si adatta alla forma del piede, con tacco largo di circa 5-6 cm e punta leggermente arrotondata. Bene anche gli stivali. Chi lo preferisce e a cui non importa dell’effetto estetico di “dilatazione” del piede, può indossare le ballerine, ma anche in questo caso occorre prestare attenzione alla punta, che non deve mai essere troppo stretta. Come regola generale vale, comunque, quella di acquistare sempre scarpe del proprio numero, mai dunque una taglia in più o in meno.

Oltre a queste regole generali, il mondo della moda ci è venuto incontro e chi è appassionata di shopping online su siti come Zalando o Asos, può andare a colpo sicuro passando in rassegna le calzature con indicazione “Wide Fit”.

 

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *