Come scegliere il pennello fondotinta a seconda di coprenza e finish

come-scegliere-pennello-fondotinta

Ogni tot mesi sul mercato arriva un nuovo tipo di pennello da fondotinta. Ma scegliere un pennello da fondotinta non è solo una questione di tendenze. Quando si sceglie questo fondamentale pennello per la base è importante sapere che risultato finale vogliamo ottenere. In questo articolo cercheremo di capire come scegliere il pennello fondotinta a seconda di coprenza e finish.

Coprenza leggera ed effetto nude (seconda pelle)

I prodotti in stile cushion e le spugnette da trucco in stile beauty blender sono ideali per ottenere una coprenza leggera perchè permettono di fondere perfettamente il fondotinta con quella che è la grana della pelle.

Meglio ancora se abbiamo applicato precedentemente un primer idratante o un olio specifico, poiché in questo modo la spugnetta creerà un tutt’uno tra fondotinta e prodotto sottostante, ottenendo un risultato leggero e luminoso.

Se scegliete un fondotinta modulabile e stratificabile potete anche ottenere con la spugnetta, una coprenza media.

Per chi non lo sapesse la beauty blender va utilizzata bagnata e va pulita con regolarità. Leggi questo articolo sulla pulizia della beauty blender.

Coprenza totale con i fondotinta liquidi

Se utilizzate i fondotinta liquidi e volete una coprenza totale, l’unica via sono i pennelli piatti. Parliamo quindi sia dei pennelli piatti, sia dei kabuki con la cima piatta (flatbuki) ma anche dei pennelli ovali (o pennelli a spazzola). Le setole molto fitte e compatti di questi pennelli fanno si che più prodotti passi dal pennello alla pelle, creando pennellate molto definite (nonché opache). Se avete paura che si notino delle “striature” sul fondotinta potere rimediare picchiettando dove necessario con una spugnetta.

Anche se sono ottimi per il fondotinta, i pennelli piatti lavorano bene anche con altri tipi di prodotti: dalle polveri ai prodotti in crema per il contouring.

Pennelli da cipria e kabuki per coprenza leggerissima e controllo della lucidità

Fermi tutti! Per un attimo abbandoniamo i pennelli da fondotinta propriamente detti e prendiamo in considerazione quelli per le polveri come per esempio i pennelli da cipria o i pennelli kabuki. Questi sono ottimi se vi basta un coprenza leggerissima e rifinire l’incarnato semplicemente controllando l’effetto lucido. Questi tipi di pennelli sono ottimi per applicare i prodotti minerali sia in polvere libera che compatti. Potete utilizzare questi pennelli asciutti o bagnati per un po’ di copertura in più. In questo caso potete bagnare le setole con idrolato una “mist” o uno spray fissante.

Un trucco: in generale se non volete un pennello che raccolga troppo prodotto (qualsiasi esso sia) scegliete un pennello sintetico ma sempre morbidissimo.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *