5 ragioni per utilizzare i probiotici contro l’acne

probiotici-contro-acne
0Shares
0 0

A nessuno piace svegliarsi e scoprire che durante la notte ti sono spuntati dei nuovi brufoli. Chi soffre di acne spesso ha provato tutte le creme ed i trattamenti possibili ed immaginabili, eppure niente: l’acne continua a ritornare.  Da anni ormai dermatologi e studiosi hanno capito che l’acne non è un fenomeno strettamente legato all’adolescenza e che i focolai di acne possono essere anche molto persistenti. Fortunatamente, un’altra conclusione a cui sono arrivati è che l’uso dei probiotici può migliorare l’acne sensibilmente.

Cosa sono i probiotici

Probiotici sono il nome dato a un gruppo di microrganismi considerati benefici per la salute umana. I probiotici, possono essere batteri o lieviti. Se hai mai sentito la frase “batteri amici”, è probabile che i probiotici siano ciò di cui hai sentito parlare! Esistono diversi tipi di probiotici e, man mano che la ricerca in questo campo progredisce, i ricercatori stanno scoprendo che alcuni tipi di probiotici possono essere molto utili per determinate condizioni cliniche o patologie.

È nel tuo sistema digestivo che si trovano la maggior parte dei probiotici che vivono già all’interno del tuo corpo. I ricercatori comunemente chiamano questa la tua “flora intestinale“. Nel tempo e con l’uso di alcuni farmaci (in particolare antibiotici), i batteri sani nell’intestino possono esaurirsi. Quando ciò accade, il tuo corpo ha difficoltà ad assorbire e utilizzare i nutrienti del cibo, a combattere virus e infezioni e a mantenere il corpo sano. NOTA: è importante non confondere i probiotici e i prebiotici. Quest’ultimi sono in realtà un tipo di fibra nutriente che nutre i probiotici!

probiotici-gloryfeel
Probiotici GloryFeel – 19,95 su Amazon »

Come funzionano i probiotici

I ricercatori sanno già che i probiotici possono funzionare in modo positivo per aiutare il corpo con condizioni di salute croniche come costipazione o diarrea (specialmente dopo l’uso di antibiotici), problemi digestivi cronici, acne e alcune altre patologie dermatologiche. Tuttavia, i ricercatori hanno ancora chiaro come i probiotici facciano quello che fanno! Le principali teorie suggeriscono che l’assunzione di probiotici può reintegrare la flora intestinale sana del tuo corpo, migliorare la funzione del sistema immunitario, riparare il tratto digestivo dopo malattia o infortunio, combattere i microrganismi “ostili” come batteri e virus e migliorare la capacità del tuo corpo di utilizzare i nutrienti dal cibo migliorando la funzione digestiva. Tuttavia, la cosa più importante da sapere se stai lottando contro l’acne è che i probiotici possono aiutare molto in questo senso! Secondo Science Direct e il Journal of American Academy of Dermatology, i probiotici hanno dimostrato di avere un impatto molto promettente sull’acne cronica.

Come funzionano i probiotici sull’acne

Poiché la ricerca medica non è ancora del tutto chiara su come i probiotici facciano quello che fanno, non è possibile spiegare in dettaglio l’interazione tra l’assunzione di probiotici e la riduzione delle riacutizzazioni dell’acne. Tuttavia, è chiara la correlazione tra l’assunzione di probiotici e aiutare la pelle a guarire dall’acne! A partire dal 2014, l’American Academy of Dermatology ha annunciato in un comunicato stampa ufficiale che i probiotici potrebbero benissimo essere il trattamento del futuro più promettente sia per l’acne che per la rosacea. I ricercatori che studiano l’uso dei probiotici per ridurre l’acne stanno esaminando due applicazioni: topicamente (applicato sulla superficie della pelle) e internamente (assunto come integratore). Quali sono i vantaggi dei probiotici? Se usati per il trattamento dell’acne, i ricercatori medici dell’American Academy of Dermatology citano tre potenziali benefici che potresti sperimentare prendendo i probiotici per via topica, orale o entrambi.

probiotici-probiolac
Probiotici Probiolac i più venduti su Amazon »

Scudo protettivo della pelle

Se usato localmente applicandolo sulla superficie della pelle, i probiotici possono formare una barriera protettiva o uno scudo per tenere lontano i microrganismi indesiderati come batteri “cattivi”, funghi e tossine. I probiotici topici si trovano letteralmente tra la superficie della pelle e le tossine indesiderate per impedire loro di entrare in contatto con la pelle e provocare una risposta del sistema immunitario sotto forma di acne.

Azione antimicrobica

Se usati localmente e / o assunti internamente come integratori (nel cibo o come pillole), i probiotici hanno dimostrato che possono letteralmente attaccare e uccidere i batteri cattivi. È qui che deriva il termine “antimicrobico”. I probiotici combattono contro i microbi o i microrganismi dannosi, per impedire loro di creare l’infiammazione della pelle che porta all’acne.

Calmare la connessione intestino / cervello / pelle

Come spiega il Journal of Gut Pathology, i ricercatori sanno che esiste un legame tra ciò che accade nell’intestino, nel cervello e nella pelle. Quando sono presenti microbi dannosi nel corpo, questo fa scattare una reazione a livello di sistema immunitario. La battaglia produce infiammazione mentre il sistema immunitario si scontra con i microrganismi invasori. L’assunzione di probiotici per via topica, interna o di entrambi è pensata per calmare la risposta infiammatoria e ridurre l’incidenza di acne.

probiotici-vegani
Probiotici Vegani Vegavero 25.90 euro su Amazon »

Cosa dice la ricerca sui probiotici per l’acne

Il Pharmaceutical Journal afferma che l’uso di prebiotici e probiotici mostra risultati promettenti per il trattamento dell’acne in futuro. Nel Dermatology Times, i ricercatori citano le crescenti preoccupazioni sulla resistenza agli antibiotici come motivo per passare a un modello di trattamento con probiotici. I probiotici (usati sia localmente sia internamente in forma di integratore) hanno dimostrato di essere efficaci per più di un decennio nel trattamento sia della rosacea che dell’acne. L’International Journal of Dermatology riporta in che modo l’uso dei probiotici può cambiare il microbioma della pelle per ridurre l’infiammazione, respingere tossine e batteri indesiderati e proteggersi da sblocchi dell’acne. Ci sono anche numerose notizie che citano l’impatto benefico dei probiotici sulla salute della pelle e sulla riduzione dell’acne. I probiotici sono atossici e benefici per il corpo in un modo in cui i moderni farmaci medici spesso non lo sono. Aggiungendo nuovamente batteri “buoni” al corpo, questo sposta l’onere del sistema immunitario per combattere continuamente un afflusso di microrganismi dannosi. L’American Nutrition Association afferma che lo squilibrio intestinale è stato implicato nei focolai di acne e, aggiungendo probiotici sani al corpo, il corpo diventa maggioremente in grado di combattere l’infiammazione e le tossine ambientali, compresi gli effetti collaterali di farmaci come gli antibiotici.

La mia esperienza

Ho sofferto di acne cistica nella zona del mento per tre anni. Era una situazione che mi metteva estremamente a disagio perché in certi periodi mi ritrovavo ad avere fino a 6 cisti nella zona sottostante la bocca. Non solo: le cisti ci mettevano settimane ad andare via. Ricordo che la prima ciste sul mento rimase li 3 settimane! Dopo aver provato qualsiasi intruglio e rimedio naturale, sconfortata ed in vista del mio matrimonio decisi di andare dalla dermatologa. Questa dopo le dovute analisi oltre a creme e detergenti, mi prescrisse una cura base di fermenti lattici. Morale: in un mese il problema delle cisti che si trascinava da 3 anni, era risolto.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *