14 libri sotto le 150 pagine

libri-150-pagine
0Shares
0 0

Lo so che voi se un libro non ha almeno 500 pagine nemmeno lo prendete in considerazione ma ci sono tanti buoni motivi per legger dei libri brevi o di poche pagine. Non ve li riporto qui (ma ne parlerò nell’articolo “Come leggere 12 libri in un anno” tra qualche giorno). Qui vi riporto solo i miei consigli: si tratta di libri che ho letto, che ho adorato, che vanno letti per essere persone un po’ migliori o anche semplicemente dei classici della letteratura che sarebbe un crimine non leggere visto il numero esiguo di pagine.

Le Notti Bianche – Feodor Dostojesky

Fa un po’ male sapere che la maggior parte delle persone quando sente Notte Bianca pensa a sessioni di shopping serale con accompagnamenti musicali discutibili. Le Notti Bianche è un libro per sognatori e Dostojesky è come Shakespeare: prima o poi volete leggerlo. Se siete refrattari ai “mattoni” da 500 pagine, questo è un ottimo antipasto.

L’amico ritrovato – Fred Uhlman

Ambientato ai tempi dell’ascesa di Hitler e nel Nazismo. È un libro che ci immerge completamente in quella che è una profonda amicizia, facendoci passare da una sensazione di estrema ingiustizia ad una di estrema commozione.

Racconti del terrore – Allan Edgar Poe

Ci sono letture propriamente da darkettoni, e poi ci sono letture oscure che mettono d’accordo proprio tutti: tra queste quelle di Poe. Poe è per la letteratura oscura un po’ come i Cure per la musica dark. In questo volumetto trovare dei racconti che sono dei veri e propri “must read” come Il Pozzo ed il Pendolo, Il Cuore Rivelatore o Il Gatto Nero.

Kitchen – Banana Yoshimoto

Fan dell’estremo oriente e velleità adolescenziali più o meno sopite. Se avete queste due caratteristiche correte in libreria a comprare Kitchen (si fa per dire). Se non avete familiarità con la letteratura giapponese (io nonostante alcune letture ancora non ce l’ho) potete sicuramente partire da questo, e se “va giù bene” potete passare a Murakami.

La Signora delle Camelie – Alexsander Dumas (Figlio)

Se vi piacciano i personaggi femminili tormentati e borderline, un po’ come Madame Bovary, e contestualmente i romanzi ambientati dal ‘900 in giù, dovete indubbiamente conoscere Marguerite Gautier. Personaggio ispirato da Marie Duplessis, pseudonimo di Alphonsine Rose Plessis, arrampicatrice sociale che oltre alla Signora delle Camelie, ha ispirato Giuseppe Verdi per La Traviata.

Cronaca di una morte annunciata – Gabriel Garcia Marquez

Iniziare un romanzo dalla fine: sai già come va a finire. Lo sanno tutti, meno che il protagonista. Ed anche se capirete perché, non sarete sicuri di quello che avete letto. Grazioso, si legge in tre giorni.

Diario di un killer sentimentale – Luis Sepùlveda

Decidere tra lavoro e sentimenti non è mai facile soprattutto se per lavoro fai il sicario. Se ti è piaciuto il film Leon /The professional  (uno dei miei film preferiti) allora ti piacerà anche questa opera.

Dell’amore e altri demoni – Gabriel Garcìa Màrquez

Adoro quelle prose così vivide da consentirti di immaginare colori, profumi e perfino la temperatura dei luoghi in cui sono ambientati. Garcia Marquez fotografa poi i suoi personaggi in una maniera formidabile e te li rende molto vicini. Meno iconico e famosi di Cento anni di solitudine o de L’amore ai tempi del colera, è stato il primo libro con cui mi sono avvicinata a Marquez, ma è indubbiamente il mio preferito.

Mrs Dalloway – Virginia Wolf

Se dalle superiori siete rimasti affezionati al flusso di coscienza dopo Gita al Faro, La Coscienza di Zeno, La metamorfosi di Kafka, potete dare una chance a questo libricino. Se qualche anno fa avete visto il film The Hours con Meryl Streep e Nicole Kidman con questo libro avete già un po’ di familiarità, un po’ come quando assaggi la crema catalana e già conosci la creme brulee.

Seta – Alessandro Baricco

Ho letto due libri di Baricco. Questo ed Oceano mare. Di Oceano Mare quasi non mi ricordo, questo invece l’ho apprezzato perché nella mia libreria è sicuramente uno dei libri più delicati scritto da un uomo. Un viaggio dall’Europa ed estremo oriente, sentimenti, sensazioni ed un perenne senso di fragilità.

Chi ha spostato il mio formaggio – Spencer Johnson

È uno dei best seller del settore “Crescita Personale”. È il libro per eccellenza che aiuta ad affrontare il cambiamento. Due topi e due folletti vivono in un labirinto dove ogni giorno ricevono la loro dose di formaggio. Un giorno il formaggio scompare: i nostri protagonisti come affronteranno questa nuova situazione?

L’arte della Guerra – Sun Tzu

Sempre rimanendo in tema di crescita personale anche l’Arte della Guerra è un best seller. Descrivendo guerre ed assedi l’autore ci fornisce importanti spunti per affrontare le sfide e le battaglie della vita sia che ci troviamo in una condizione di vantaggio, che di svantaggio. Avete presente Il Principe di Macchiavelli? Ecco, per fortuna questo è infinitamente più accattivante.

Fascismo Eterno – Umberto Eco

Chiamarlo libro forse è esagerato, ma in questo volumetto che si legge in pochissime ore, potete trovare descritti con una chiarezza disarmante i tratti fondamentali del fascismo e di tutti i neofascismi. Perché solo la cultura ci terrà lontani da razzismo, discriminazioni e nuovi populismi.

Destinatario Sconosciuto – Katherine Kressmann Taylor

Di libri ambientati al tempo del nazifascismo e della persecuzione degli ebrei ne troviamo a pacchi. Questo però è stato strutturato secondo uno schema che lo rende assolutamente geniale. È costituito da una breve raccolta epistolare con un epilogo veramente formidabile. Ho passato un’intera giornata a ripetermi “Geniale, veramente geniale”.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *