Trucco burlesque: makeup occhi, labbra ed acconciature

trucco-burlesque

Quando di parla di trucco vintage non è possibile non tirare in ballo il trucco burlesque, la disciplina a metà tra recitazione, danza e striptease, altamente condita di ironia e fascino. Icone come Dita Von Teese (ma non solo) hanno reso questa disciplina, che strizza l’occhio ad atmosfere retrò e lingerie fancy, quanto mai desiderabile anche dal punto di vista del makeup. In questo articolo quindi ho voluto passare in rassegna consigli fondamentali per chi vuole imparare come fare il trucco burlesque.

Burlesque makeup: base viso e skin routine

Avete mai visto una regina del burlesque con brufoli a vista o pelle macchiata? No vero? Certo perchè prima del makeup è fondamentale prendere in considerazione una perfetta cura della pelle. Le burlesque queen curano moltissimo la pelle anche per quanto riguarda la protezione solare. Chiedete a Dita Von Teese: filtro solare, sempre estate inverno, anche solo per andare a comprare il giornale… ammesso che lo faccia!?!

Dopo di che, possiamo parlare della base, sempre estremamente chiara e luminosa, più o meno matte a seconda delle preferenze. La definizione dei contorni del viso è minima, eccezione fatta per il contouring per chi ha il viso tondo.

Il blush invece diventa centrale, soprattutto se vogliamo ottenere un perfetto effetto bambola. Via libera alle tonalità rosate cariche.

burlesque-makeup
Makeup Burlesque – Immagini

Trucco Burlesque occhi

Per il trucco burlesque occhi potete attingere a piene mani al trucco anni 50 e 40. In particolare, non vi è trucco burlesque che non contempli una perfetta riga di eyeliner: rende l’occhio seducente, allungato all’esterno come quello di un felino. A seconda del vostro gusto potete aggiungervi anche delle ciglia finte… ma infondo si tratta di makeup burlesque non della cena di San Valentino! Per quanto riguarda i glitter, se seguite rigorosamente un trucco da pin up, eviterei i brillantini sulle palpebre e, per aggiungere un po’ di luccichio extra alla figura, opterei per una lozione corpo con micro pagliuzze dorate che rendono la pelle più seducente.

Infine per gli ombretti create il giusto equilibrio tra ombretti satinati ed opachi. Usate quelli opachi per le ombreggiature e quelli satinati per creare dei tattici punti luce.

» Ti potrebbe interessare: intervista a Nuit Blanche (burlesque artist)

Le labbra nel burlesque

Le labbra nel burlesque sono in primo piano: sorridono, mandano baci, afferrano guanti da sfilare. Per tanto è necessario che siano quanto più appariscenti possibili. Sì a tutti i rossetti rossi brillanti o fucsia, da evitare invece i rossetti nude oppure i rossetti scuri, a meno che non facciate riferimento ad un stile burlesque che strizza l’occhio al gothic makeup. Potete scegliere tra un rossetto matte o un lussureggiante rossetto lucido. Nel secondo caso se non siete proprio giovanissime, e non volete che il lucido finisca nelle pieghette intorno al contorno labbra, utilizzate un apposito primer labbra.

Contouring seno e decolletè

Anche se siamo abituate a pensare al fisico mozzafiato di Dita Von Teese, non tutte le performer burlesque hanno quelle curve. Come sappiamo inoltre il decolletè ed il seno nel burlesque sono molto enfatizzati grazie a bustini strettissimi e copricapezzoli di tutte le fogge. Per fare risultare la pelle del decolletè più voluttuosa possiamo aggiungere un po’ di illuminante alla nostra crema corpo, in modo da fare risultare l’epidermide quasi perlate. Inoltre se non avete molto seno ma volete “imbrogliare” un po’ potete realizzare un semplicissimo contouring al seno. Per farlo vi basterà spennellare un po’ di terra leggermente più scura della vostra pelle nell’incavo dei seni: questo creerà un ombreggiatura capace di far sembrare il seno più grande.

Acconciature burlesque

Per quanto riguarda le acconciature burlesque, anche qui potete fare riferimento a quello che ci ha offerto il secolo precedente, in particolare le pettinature charleton o i capelli in stile anni ’40 (non a caso scelti da Dita Von Teese). In generale comunque, onde morbide o boccoli hanno la meglio sul capello liscio. In caso di capelli lisci potete comunque fare riferimento alle pettinature anni ’50 in particolare ai cosiddetti “victory rolls” ed alle frange in stile Betty Page. Per dei perfetti capelli burlesque via libera anche agli accessori: piume, fiori (freschi o di stoffa) e fermagli gioiello per una “scintillanza” extra.

Per completare il tutto, infine, un neo finto sotto l’occhio sinistro e unghie laccate di rosso.

Copyright Images to the owners.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *