Quando la pizza è donna

pizza-donna
Shares

Il mondo della pizza parla sempre più al femminile. Se fino a qualche anno fa, infatti, le pizzaiole faticavano a imporsi in un settore tradizionalmente maschile, adesso non mancano esempi di donne che stanno lasciando il loro segno in un mondo complesso e variegato come quello della pizza.

La pizza, come noto, continua a essere uno dei cibi più consumati in tutta Italia grazie alle pizzerie con consegna a domicilio, ma anche soprattutto all’incessante attività e creatività di ristoratrici e pizzaiole alla ricerca di sapori sempre nuovi.

Sono tante infatti le pizzaiole che, negli ultimi anni, hanno fatto parlare di sé facendo da apripista e da modello per altre colleghe pronte a scrivere altrettante pagine importanti nel panorama culinario italiano.

Pizzaiole di successo: i nomi illustri

Le donne, da ormai diverso tempo, sono pizzaiole affermate che portano avanti pizzerie e ristoranti in tutto il mondo, ma oggi ci concentriamo su alcune figure che lavorano in Italia e che ogni giorno studiano nuove idee di pizza per lasciare a bocca aperta i propri commensali.

Amalia Costantini

Iniziamo il nostro viaggio dalla Capitale e più precisamente da Fiano Romano dove si trova la pizzeria Mater di Amalia Costantini. La scintilla per la pizza è nata ufficialmente da sei anni, ma già da prima Marta si dilettava nella produzione di pizze a livello amatoriale.

Il suo talento non si esprime solo attraverso la preparazione della pizza, che può arrivare ad avere una lievitazione anche di 72 ore, ma anche con quella di panini che vengono serviti nell’hamburgeria gourmet adiacente alla pizzeria.

Tra i suoi cavalli di battaglia c’è la pizza “Martina” con capocollo, olive taggiasche e burrata pugliese.

Isabella De Cham

Proseguiamo il nostro viaggio verso quella che è la patria della pizza: Napoli. Tra le tante pizzaiole impegnate a portare avanti la tradizione della pizza napoletana, ce n’è una che rappresenta già una vera e propria istituzione, ovvero Isabella De Cham. Dopo diversi anni di esperienza professionale presso grandi nomi della tradizione napoletana (da Sorbillo a Masardona), Isabella ha aperto due locali, uno a Rione Sanità e l’altro a Pignasecca, dove propone la sua idea di pizza fritta, oltre alle pizze classiche partenopee. Isabella De Cham, oltre a essere una delle pizzaiole più conosciute del panorama italiano, ha a cuore tutto ciò che riguarda il ruolo della donna nel mondo del lavoro. Nel suo ultimo locale, ad esempio, lo staff da lei scelto è quasi completamente femminile.

Petra Antolini

Spostandosi al nord, incontriamo Petra Antolini e il suo RistoPizza Settimo Cielo che si trova non a caso a Settimo, in provincia di Verona. Il lavoro di questa pizzaiola si contraddistingue per la continua ricerca di prodotti genuini e locali, come ad esempio lo zafferano Lessinia, da abbinare ad altri della tradizione italiana come il fior di latte di Agerola. Il continuo lavoro di sperimentazione porta lei e il suo staff a cambiare il menù ogni sei mesi, per sorprendere sempre il cliente con nuovi sapori e abbinamenti.

Esempi di donne che, grazie al proprio lavoro quotidiano, sono salite alla ribalta e che sono una sorta di modello per tante ragazze che vogliono intraprendere una carriera di successo in un mondo, quello delle pizzerie, che fino a qualche anno fa sembrava essere ad appannaggio esclusivo degli uomini. 

Non mancano ovviamente quelle pizzaiole che, per sfida personale o per portare avanti la tradizione di famiglia, hanno deciso di lasciare l’Italia e di farsi ambasciatrici della pizza in giro per il mondo. È il caso, ad esempio, di Giorgia Caporuscio che da diversi anni è ormai una delle pizzaiole più apprezzate di New York.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.