Non solo estetico: quando il massaggio diventa sportivo

5513-massaggio-sportivo

Il massaggio sportivo si basa su una serie di azioni meccaniche che vengono eseguite sulla superficie del corpo e che servono a far sparire potenziali limitazioni. Esso, inoltre, contribuisce ad aumentare e a migliorare le capacità del soggetto che vi si sottopone, non solo dal punto di vista fisico ma anche sul piano intellettivo. Non è un caso che gli atleti si affidino ormai da secoli a trattamenti di questo genere, che si basano su tecniche che, a seconda dei casi, preparano il corpo alle gare o lo curano al termine delle competizioni. Se in Oriente il massaggio rivestiva e riveste ancora oggi un ruolo importante sotto il profilo mistico e filosofico, da noi esso è apprezzato soprattutto per i benefici pratici che ne derivano.

Come si diventa massaggiatori sportivi

Per diventare massaggiatori sportivi è necessario mettersi in cerca di un ente che organizzi un corso massaggio sportivo riconosciuto. Occorre, infatti, preferire le associazioni e le accademie che mettono a disposizione un diploma riconosciuto dall’ASI, che è un ente di promozione sportiva riconosciuto sia dal Ministero degli Interni che dal Coni. Se è vero che per i massaggiatori non è ancora previsto un albo per la registrazione dei professionisti, ecco che per i clienti la consapevolezza di potersi affidare a soggetti di comprovata esperienza diventa ancora più importante. L’Accademia Italiana Massaggi e Discipline Olistiche assicura, da questo punto di vista, la massima serietà.

Il compito di un massaggiatore sportivo

Uno degli incarichi principali di un massaggiatore sportivo è quello di risanare la condizione di affaticamento muscolare che un atleta avverte dopo uno sforzo molto intenso. Il trattamento favorisce il drenaggio dei liquidi, ma al tempo stesso permette di modellare il corpo e ha, ovviamente, una funzione rilassante. L’atleta, di conseguenza, ha la possibilità di tenere sotto controllo le condizioni della propria muscolatura e vede crescere le proprie potenzialità a livello prestazionale.

Le tecniche di massaggio sportivo

Le tecniche che si utilizzano per i massaggi sportivi sono numerose, e non è possibile definire a priori la migliore rispetto alle altre: ogni intervento di manipolazione deve essere adattato alle caratteristiche, alle aspettative e ai bisogni della persona che viene massaggiata. Le condizioni cambiano da atleta ad atleta, ed è fondamentale valutare singolarmente ogni persona in base alle sue prestazioni, al suo corpo e alle tensioni che esso manifesta. Come si può intuire, ai fini di una buona riuscita di un massaggio sportivo è molto importante un approccio appropriato da parte del professionista che lo esegue, soprattutto se esso ha finalità anche terapeutiche.

I benefici

La terapia manuale può essere sfruttata allo scopo di limitare i disturbi che coinvolgono le articolazioni e il sistema linfatico, ma anche l’apparato circolatorio e i muscoli. Le tecniche che vengono messe in pratica devono coinvolgere tutti i distretti muscolari e si differenziano a seconda degli obiettivi del soggetto. La riduzione dei dolori articolari e muscolari può essere ottenuta, di volta in volta, con manipolazioni di restrain, di frizione o di pressione.

Quando servono i massaggi sportivi

I massaggi sportivi sono utili non solo in seguito a un grande sforzo fisico, ma anche per la preparazione di una gara. L’utilizzo di prodotti che si basano su oli essenziali serve ad amplificare gli effetti benefici del massaggio: sul mercato sono disponibili cosmetici di varie tipologie che, a seconda della loro composizione, vantano proprietà diverse, defaticanti, rigeneranti o riscaldanti. I massaggiatori agiscono dal basso verso l’alto e proseguono la manipolazione fino a quando il prodotto non è stato assorbito del tutto. Non ci sono limiti di età da rispettare: un massaggio di questo tipo è adatto tanto per i giovani quanto per gli anziani, a prescindere dalla disciplina sportiva in cui essi si cimentano.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *