Make up per bionde, 5 consigli TOP

makeup-bionde

Chi ha i capelli biondi, naturali o meno che siano, ha particolare bisogno di dare definizione ai tratti del volto: tonalità chiare, infatti, rischiano di “confondersi” con il colore della pelle, facendo perdere profondità e contrasto. Niente paura! Per ravvivare il viso ci corre in aiuto il buon caro maquillage.

Vediamo subito qualche consiglio top sul make up per bionde!

Sottolinea lo sguardo con infracigliare e bordatura

Dare intensità agli occhi e puntare sullo sguardo è la prima regola d’oro. Ti serviranno una matita morbida o un kajal nero (anche marrone scuro), un ombretto della stessa tonalità e un pennellino tipo smudger brush o angolato da eye liner: tranquilla, non sembrerai Avril Lavigne nei primi anni 2000, l’effetto finale sarà molto soffuso!

Con l’anulare solleva le ciglia della palpebra superiore e colora con la matita lo spazio tra le ciglia creando dei puntini; i primi tempi ti sembrerà complicatissimo, ma ti assicuriamo che in pochi giorni ci prenderai la mano.

Effettuata in questo modo l’infracigliare, passiamo alla bordatura. In questo caso dovrai analizzare bene il tuo occhio e procedere di conseguenza, scegliendo forme ad hoc per un make up correttivo; ad esempio, se hai poca palpebra visibile dovrai tracciare una riga il più sottile possibile, mentre se hai gli occhi all’ingiù puoi correggerli facendo terminare la linea con una codina in su. Non preoccuparti di essere precisa, perché questa linea dovrà essere sfumata con l’ombretto.

Attenzione alle sopracciglia!

Le bionde chiarissime e naturali lo sanno: le sopracciglia sono spesso praticamente invisibili. Già da qualche anno il make-up alle sopracciglia è entrato a pieno titolo come to do, potremmo dire, essenziale per sottolineare lo sguardo e conferire tridimensionalità al volto.

Difficile dare un consiglio valido per tutte, la categoria delle bionde è estremamente variegata. Un suggerimento però è sempre valido: scegliere un tono più scuro rispetto al colore naturale. In commercio esistono ormai miliardi di prodotti pensati per questo scopo: matite, polveri, gel, pennarelli, pomade… Esatto: niente tinte, per sopracciglia, danno un effetto finto e, soprattutto, potrebbero irritare la pelle in una zona già di per sé delicata come quella del perioculare. Veto anche per l’henné, che rischia di lasciare sulle sopracciglia un alone color carota.

Make-up sì, ma sempre con il mascara!

Le bionde hanno un aspetto spesso etereo, angelico, bastano pochi accorgimenti e sono pronte per il red-carpet.

Ecco, se sei un tipo alla Charlize Theron molto probabilmente la mattina basteranno pochi prodotti per apparire curata e in ordine, ma non dimenticare il mascara. Il discorso è il medesimo che per le sopracciglia: se sei una bionda naturale, anche le ciglia saranno chiarissime e rischiano di spegnere lo sguardo, soprattutto se hai gli occhi chiari.

Via quindi ad abbondante mascara, in special modo formule volumizzanti e dal nero intenso; per la sera sì a ciglia finte, anche a ciuffetti, semplici da applicare e con un effetto più naturale.

Il contouring, l’alleato della base make-up

Senza neppure prendere in considerazione il contouring alla Kim Kardashian, è comunque innegabile che dopo l’applicazione del fondotinta il viso tenda a perdere tridimensionalità; ciò è velido ancor di più per le bionde, che proprio per la tonalità soft tanto dei capelli quanto del viso hanno bisogno di sottolineare i tratti somatici per essere valorizzate appieno.

Per le ombre utilizza una terra fredda opaca e disegna un “3” dalle tempie, andando poi sotto lo zigomo e infine sotto il mento. Crea dei punti luce con un illuminante sugli zigomi, sul dorso del naso e sull’arco di cupido. Completa il look con un blush color pesca, tonalità passe-partout per ogni bionda!

Labbra bon ton ma con carattere

L’aura delle bionde finisce facilmente col risultare appesantita dai rossetti. Ciò non significa metterli al bando, ma cercare delle tonalità più delicate e neutre che non sovrastino il resto del viso; il rischio, ad esempio con un rosso brillante o con un vinaccia è che le labbra siano le uniche protagoniste dell’ensemble.

Meglio puntare sui toni del nude, dei marroncini, con sottotoni scelti in base alla temperatura della pelle. Se sei fredda, lipstick con una punta di grigio o tortora si accorderanno perfettamente, mentre se hai un sottotono caldo-californiano (come Blake Lively, per intenderci) puoi virare verso nuance che contengano del mattone.

In tutti i casi, se anche il make up – no – make up sembra “troppo”, contorna le labbra con una matita dello stesso colore e applica un lip gloss.

E il rossetto rosa Barbie? Sì ma solo se sei davvero pallida, diciamo un fototipo 1. Quanto invece ai colori effetto correttore (anche in questo caso tocca citare Kim Kardashian!), il no è assoluto: il risultato Laura Palmer è assicurato.

Fonte di ispirazione per questo contenuto è stato il sito di Douglas e la sua sezione di Make-Up.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *