Intervista a LenAine Aka Andrea Olivo.

f5de0d7570567.560b00612932c

1455089_561630637238386_1846281362_nApriamo un nuova rubrica legata alla categoria Donne e Lavoro. Si tratta di mini interviste di solo 5 domande a donne e ragazze che hanno saputo trasformare le loro passioni in un lavoro. Si comincia con LenAine – Illustratrice.

1 Cominciamo con le presentazioni. Chi sei e qual è il tuo lavoro?

Come capita spesso di vedere sul web, mi nascondo dietro al nickname “LenAine” ma per gli amici sono l’Andrea. Per l’anagrafe Andrea Olivo. Per il lavoro sono un’illustratrice e grafica libero professionista. Per me, una che a fare l’illustratrice ci prova!

2 E se dovessi inventarti un neologismo, un termine assolutamente unico per definire il tuo lavoro? Io ad esempio mi definisco una “webmaster sui generis”.

Curiosa questa! T’avrei quasi risposto che non ho mai pensato di definirmi con neologismi fuori dal comune, poi invece prendo in mano il mio biglietto da visita e ritrovo quella breve descrizione che mi contraddistingue da un due annetti: “grafica – illustratrice – attaccastelle”.
Tale terza “professione” puntualmente è motivo di “Che significa?” da parte di chi la nota ed è aperta alle interpretazioni più libere, fantasiose e ridicole, volendo. Ma è proprio così che chiudo il cerchio che mi rappresenta, come persona e personalità.
Quello che significa al di là delle millemila interpretazioni, comunque, non va più in là dell’egocentrismo del mio logo che si “attacca” come firma ai lavori che faccio, ai miei avatar, al mio blog etc.

(ecco, sapevo che non dovevo dirvelo: fine del fascino!)

chicken-broccoli-show_illustration-013 Come si diventa Illustratrice?

Penso un po’ allo stesso modo di come si possa diventare qualsiasi altra cosa nella vita se si ha la volontà e, qualcuno direbbe anche, passione.
Qualcuno direbbe pure che senza avere la dote naturale non si va da nessuna parte ma per quanto questo sia esattamente il mio caso, sento di dover smentire queste supposizioni. Di certo uno che non parte con la dote farà più fatica ma non per questo è da considerarsi già perso in partenza.
La formazione per imparare è lunga, ci ho messo 5 anni di Istituto d’Arte, 2 anni di scuola di grafica, 1 di corso di fumetto, a tempo perso (e anche durante il tempo lavorativo) continuo tuttora ad imparare e potrei ritrovarmi a frequentare un altro corso di illustrazione e fumetto in futuro. In sostanza, non ho ancora finito nemmeno io che ne sto facendo un lavoro. È una crescita costante, e gli anni di studio sono solo una parte di quella fetta di percorso, che serve a formare le tecniche, l’educazione visiva, la cultura artistica.
La formazione scolastica o accademica è un punto di partenza che pone delle solide basi formative ma tutto parte prima dalla propria sensibilità, intraprendenza, creatività, curiosità.

mononoke_ghiblijam_024 Cosa consiglieresti a chi sta per buttarsi in questo lavoro?

(e con questa veniamo al rovescio della medaglia)
Tanta determinazione. In questo momento, io stessa ne ho bisogno.
Fare l’illustratore potrà sembrare un lavoro bellissimo ma tutt’altro che facile quando la concezione media delle persone è quello di non vedere quello dell’illustratore come un lavoro.
Buona parte dei giovani come me che si dedica all’illustrazione, prima di sbarcare il lunario, fa lavori di altro tipo per potersi mantenere economicamente, non comincia così già da subito. Io pure se posso arrotondare lo stipendio con qualche altro lavoretto extra o part-time lo faccio, perché per ora non ci vivo.
Comunque ripeto, prima che queste poche righe bastino a dare una piega sconfortante al mio discorso, non dico che di illustrazione non si può vivere, dico solo che non è facile sin da subito. Anche lì si contano un po’ di anni prima di giungere a dei risultati. Mettiamola così: è la seconda fase della formazione dopo gli anni scolastici, superata anche questa potreste dire di essere a cavallo!

1552876_595713650496751_848096587_n5 Qual è il tuo segreto per procedere al meglio con questo lavoro? Può anche essere qualcosa di divertente o non riguardare prettamente l’aspetto tecnico del tuo lavoro…

Una buona dose di stupidità, la consideriamo?

Ah! E non dimentichiamo i gattini u_u
*segue immagine della gatta che mi salta sulla gamba*

Sito ufficiale http://flavors.me/lenantistart

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *