Denti macchiati: le cause che non ti aspetti ed altre info utili

denti-macchiati
Avere denti bianchi, così come averli perfettamente dritti, è un desiderio che un po’ tutti hanno. Negli ultimi anni poi i media, i social network ed in particolare le varie influencer ci hanno abituato a sorrisi di un bianco accecante, frutto per lo più di trattamenti sbiancanti molto invasivi e costosi.

Per noi comuni mortali che desideriamo un bel sorriso senza discromie, i rimedi che ci vengono incontro per far fronte ai denti macchiati, sono decisamente più abbordabili, senza pregiudicare l’efficacia.

Esistono infatti numerosi rimedi che si possono utilizzare per avere più denti più bianchi, ma prima di vederli, è bene fare chiarezza sulle cause dei denti macchiati.

Hai veramente i denti macchiati?

Se vi rivolgete ad un dentista serio ed onesto per un trattamento sbiancante professionale, non è detto che vi dia l’ok su due piedi. Prima di tutto, i vostri denti potrebbero essere troppo delicati per un trattamento sbiancante, ed in seconda battuta non è detto che ne abbiate bisogno effettivamente. Mi è successo personalmente: ho chiesto al dentista un trattamento sbiancante e lui mi ha mostrato una palette con tutti i colori che possono assumere i nostri denti. I miei denti erano ancora nella fascia “denti bianchi”, seguivano i denti gialli e quindi quelli grigi. Non dimentichiamo poi alcuni dei nostri denti risultano più gialli degli altri: per i esempio i canini sembrano più gialli perchè più ricchi di dentina.

Cause principali dei denti macchiati

Le principali causa dei denti macchiate sono un po’ note a tutti.

  • Le bevande ricche di caffeina e di teina. Nonostante l’evoluzione continua nel mondo delle bevande, thè e caffè continuano ad essere una delle prime cause dell’ingiallimento dei denti. E più ne beviamo e più la situazione peggiora. Non è detto sia necessario eliminarle completamente ma possiamo sicuramente ridurne il numero ad un paio al giorno e ricordarci di lavarci i denti dopo ogni tazza di thè o caffè.
  • Fumare. È tra le primissime cause di ingiallimento dei denti. Se non riuscite a smettere di fumare potete sempre passare alla sigaretta elettronica o iniziare ad usare il bocchino. Smettere di fumare si rivelerebbe comunque una buona idea visto che contribuisce all’invecchiamento di pelle e capelli e favorisce la formazione delle rughe intorno alla bocca. Senza contare l’odore che lascia sui capelli, sulle dita e sui vestiti.
  • Igiene orale carente. Sembra banale ma spesso è la mancanza di un corretta igiene orale a causare l’ingiallimento dei denti. Ricordiamoci di lavarci i denti dopo ogni pasto, di passare con regolarità il filo interdentale e di utilizzare il collutorio, che oltre ad eliminare i batteri è anche utile per avere un alito fresco. Personalmente al mattino oltre al dentifricio ed al collutorio utilizzo anche un raschietto linguale (o nettalingua) utile a rimuovere dalla lingua la patina che si può formare durante la notte e che porta con se un gran quantitativo di tossine. Sempre a livello personale vi posso dire che il passaggio allo spazzolino elettrico è stato provvidenziale per migliorare il colore dei miei denti: non solo li vedo più bianchi ma li sento anche nettamente più puliti.

Cause dell’ingiallimento dei denti che non ti aspetti

Se quelle che abbiamo visto sopra sono le cause più comuni dei denti macchiati esistono anche delle cause secondarie, da prendere considerazione e che hanno a che fare soprattutto con il cibo e le bevande e che esulano da thè e caffè. Anche il vino rosso e la Coca Cola per esempio macchiano i denti e tra gli alimenti che minacciano il bianco del nostro sorriso vi sono i succhi di frutta scuri (come quelli ai frutti di bosco), il curry, i ghiaccioli ricchi di coloranti, la salsa di soia, quella di pomodoro e l’aceto balsamico.

Anche l’utilizzo di particolari farmaci antibiotici può macchiare i nostri denti.

Il fluoro fa bene ai denti, ma il fluoruro in eccesso può causare macchie gialle o brunastre, chiamate fluorosi. Acqua fluorizzata, dentifricio al fluoro e compresse e trattamenti a base di fluoruro prescritti sono le maggiori fonti di fluoruro. Chiedi al tuo dentista se sei preoccupato per te o il tui bambini.

Rimedi casalinghi e naturali contro i denti gialli.

Il migliore rimedio casalingo per i denti macchiati è sicuramente il dentifricio sbiancante. In commercio se ne trovano molte varianti da quelle con microgranuli a quelle al carbone vegetale. Se optate per un dentifricio con microgranuli badate bene che non siano ricavati da micro plastiche, che tramite i nostri scarichi finiscono in mare e da qui nella pancia dei pesci.

Se avete finito il dentifricio sbiancate potete sempre usare come rimedio di fortuna l’abbinata succo di limone e bicarbonato. Ma non utilizzateli con parsimonia al fine di non danneggiare lo smalto.

Infine per gli amanti dei rimedi ayurvedici esiste anche l’oil pulling, una tecnica che richiede un po’ di pazienza ma che apporta grande benessere a tutto il cavo orale.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *