Come migliorare l’aspetto della pelle con gli oli essenziali

oli-essenziali
0Shares
0 0

Gli oli essenziali sono degli alleati fondamentali per chi desidera prendersi cura della propria pelle e del suo aspetto in modo naturale. Un esempio proviene, per esempio, dall’olio essenziale di geranio, che viene impiegato tra l’altro per il trattamento e per la prevenzione della cellulite. Spesso utilizzato nel settore della cosmetica naturale e per i trattamenti di bellezza, dovrebbe essere mescolato con l’olio di mandorle per riuscire a garantire un effetto ancora più efficace. Applicato sulle pelli grasse contribuisce a risolvere il problema dell’acne; più in generale, facilita la scomparsa del cattivo odore corporeo e accelera la guarigione delle cicatrici e delle ferite.

Come usare l’olio essenziale di camomilla

Un altro olio essenziale dai notevoli effetti benefici è quello alla camomilla, che non ha bisogno di essere diluito o mescolato: ciò vuol dire che lo si può applicare senza problemi direttamente sulla pelle senza che si corra il rischio di soffrire di irritazioni. Questo prodotto è raccomandato, in particolare, per le persone che soffrono di dermatite, venendo apprezzato per le sue caratteristiche antinfiammatorie.

Tutti i benefici dell’olio di argan

Proseguendo nella rassegna di oli essenziali davvero preziosi per il benessere della pelle, non si può fare a meno di menzionare l’olio di argan, che è consigliato per le pelli grasse: infatti, si tratta di un olio non comedogenico, il che vuol dire che non ostruisce i pori. Insomma, se si ha una pelle piena di punti neri e brufoli, a tendenza acneica, questo è il prodotto a cui fare riferimento. Ma i suoi effetti positivi non si esauriscono qui, dal momento che l’olio di argan ha anche la capacità di rigenerare la pelle che ha subìto una scottatura a causa dell’esposizione ai raggi del sole, oltre ad aumentarne l’elasticità. Si può impiegare l’olio di argan per migliorare l’aspetto dei segni lasciati dalla varicella e dall’acne, ma anche delle smagliature. È un prodotto prezioso per combattere il precoce invecchiamento della cute, la pelle flaccida, le macchie e le rughe. I frutti di argan provengono da un albero che nasce unicamente in Marocco, dove viene chiamato albero della vita: hanno la capacità di rafforzare le unghie e di rendere i capelli più luminosi e morbidi, nutrendoli e riparandoli. Il merito è della presenza di beta carotene, di acidi grassi essenziali e di vitamina E, il cui contenuto è superiore di 3 volte rispetto a quello dell’olio di oliva.

Dove comprare gli oli essenziali

Per comprare Oli essenziali di qualità si può scegliere l’e-commerce di Aromaterapia.it, che presenta un ricco catalogo di prodotti naturali e privi di sostanze sintetiche. Tutti gli oli essenziali presenti in assortimento sono certificati: questo vuol dire che i loro parametri biochimici sono verificati per ciascun lotto, in modo che possano essere assicurati i più elevati standard di qualità. Gli oli, inoltre, sono chemotipati: vuol dire che sono segnalati il chemotipo e i costituenti più attivi. Insomma, una vasta gamma di opzioni per oli essenziali che sono identificati botanicamente, integri e soprattutto puri.

Perché scegliere l’olio essenziale al rosmarino

Per il trattamento dell’acne, degli eczemi e della dermatite, non c’è niente di più adatto dell’olio essenziale al rosmarino, che è indicato anche per contrastare il gonfiore del volto. Si tratta di una risorsa molto preziosa non solo dal punto di vista estetico, ma più in generale per la salute. L’olio essenziale al rosmarino migliora la circolazione in corrispondenza del cuoio capelluto e riduce la comparsa della forfora: proprio per questo motivo lo si può mescolare con il balsamo o con lo shampoo, ma anche applicare sulle radici dei capelli direttamente.

Quali altri oli essenziali utilizzare

Quando si ha la necessità di rassodare la pelle e di renderla più morbida, conviene optare per l’olio essenziale di salvia, che ha anche il pregio di migliorare l’aspetto dei pori troppo dilatati. Vale la pena di prendere in considerazione l’olio di tea tree, invece, per i trattamenti di bellezza che sono finalizzati a ridurre le rughe e a prevenire la comparsa di nuovi segni di espressione. L’olio essenziale di salvia può essere applicato sulla pelle in caso di tagli, di ferite aperte, di herpes o di acne, in quanto ha la capacità di asciugare i brufoli.

A che cosa serve l’olio essenziale di rosa mosqueta

L’olio essenziale di rosa mosqueta dovrebbe essere applicato dopo che ci si è esposti ai raggi del sole, dal momento che svolge una funzione idratante per la pelle; vi si può ricorrere anche in presenza di scottature o in seguito a un intervento chirurgico. La rosa mosqueta sotto forma di olio essenziale migliora l’aspetto delle macchie, delle smagliature e delle cicatrici, ma contribuisce anche a limitare i segni di espressione e le rughe, oltre a favorire la sintesi di collagene. Per chi non la conoscesse, la rosa mosqueta è una pianta che vanta un alto contenuto di vitamina A, di vitamina C e di vitamina E, tutte contraddistinte da un effetto antiossidante. Inoltre, è ricca di Omega 3 e Omega 6, due acidi grassi polinsaturi.

L’olio essenziale di rose

L’olio essenziale di rose ha proprietà astringenti, e proprio per questa ragione serve a ripristinare i capillari che sono danneggiati. In più, migliora l’aspetto della pelle perché allevia i segni delle cicatrici e dell’acne. Ideale per il trattamento della pelle secca e degli eczemi, questo olio si fa apprezzare per le sue proprietà riparatrici e per la sua fragranza decisamente piacevole; vi si può fare affidamento sia che si abbia la pelle secca sia che si abbia la pelle grassa, ed è utile per combattere l’invecchiamento precoce.

Quando c’è bisogno dell’olio essenziale di limone

Infine, un altro olio essenziale che merita di essere preso in considerazione è quello di limone, che – come è facile immaginare – presenza un contenuto molto elevato di vitamina C, sostanza con un potente effetto antiossidante. Inoltre, l’olio al limone contiene il citrale, che è la sostanza che gli conferisce il suo tipico profumo e che combatte l’azione di rottura delle cellule cutanee svolta dai radicali liberi.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *