6 cose da sapere prima di fare un piercing

cose-da-sapere-pierging
0Shares
0 0
Ho chiesto i miei primi due orecchini ai lobi a 5 anni. Mia madre mi portò all’oreficeria locale e con la “spara orecchini” mi fecero i primi due buchi. Poi di nascosto ne feci altri due sempre con la spara orecchini, sul lobo destro. Mia madre decise che quell’asimmetria era intollerabile e così alla fine delle medie mi ritrovai con sei orecchini (tre per orecchio), che drammaticamente dovevo togliere ad ogni saggio di danza. All’inizio della seconda superiore scoprii di avere un’ottima resistenza al dolore e pensai che alle nostre nonne gli orecchini infondo i fori li facevano con li spilli da balia. In due mesi, nella solitudine della mia cameretta, con i suddetti spilli da balia mi feci altri 6 fori, senza ghiaccio ovviamente per non farmi sgamare da mia madre. Poi quando ebbi uno stipendio si aggiunsero un piercing al trago, uno all’ellix ed uno all’ombelico. E questa è la storia dei miei piercing, una storia serena tutto sommato a parte le sistematiche infezioni che mi colpivano dopo i fori fatti con la suddetta “spara orecchini”. Non a tutti però va così bene ed in questo articolo ho voluto riportare 6 cose da sapere prima di fare un piercing.

Fanno male

Incredibile vero? Mentre ci sono dei piercing che non fanno poi così male come quelli ai lobi, ci sono altri che richiedono un livello di “disagio” maggiore. Se non hai fiducia nella tua soglia del dolore tienine conto. Per contro fare un piercing (se vi rivolgete ad un professionista), è una procedura piuttosto rapida quindi il dolore più intenso sarà tutto sommato breve e durerà pochi.

Considera la tua routine quotidiana

Un piercing ci mette svariati mesi per guarire completamente. Tienine conto se fai sport che potrebbero sollecitarlo (sport molto dinamici, di gruppo, nuoto ecc…), se ti sottoporrai ad interventi chirurgici o a radiografie oppure se al lavoro potrebbero richiederti di togliere il piercing prima della sua completa guarigione. Se dovessi togliere il piercing prima della sua guarigione il foro potrebbe chiudersi.

Vai da un professionista

Se sei nata negli anni ’80 come me hai i lobi forati da una spara orecchini. Ahimè non solo i lobi! Ho amiche che con la spara orecchini si sono fatte forare narici, cartilagine dell’orecchio e perfino il trago. No, non fatelo, andate da un professionista! Un piercer professionista rispetta regole igieniche molto più stringenti di un orefice, sa rispondere a tutti i vostri dubbi e soprattutto se siete a disagio con gli aghi o avete una soglia del dolore molto bassa.

Non risparmiare sulla disinfezione

Un piercing può costare molto tra piercer, procedura e gioiellino. Dopo avere fatto il tuo piercing dei sogni quindi non risparmiare sulla disinfezione ed acquista tutto ciò che il tuo piercer ti consiglierà per una corretta disinfezione. Come dire che il disinfettante verde che hai a casa non è sufficiente!

Tempi di guarigione differenti

Un piercing guarisce completamente in svariati mesi: fino a sei mesi ma in certi casi anche di più! Non avere fretta quindi di cambiare il gioiellino che ti ha messo il piercing e tieni conto che ogni piercing ha tempi di guarigione differenti. Personalmente i piercing alle orecchie mi sono sempre guariti entro un mese mentre quello all’ombelico sembrava non guarisse mai!

cheloide-piercing
Esempio di Cheloide

La differenza tra un cheloide e un’infezione

Tra gli effetti collaterali di un piercing ci sono i cheloidi. Un cheloide è un’infiammazione dell’area circostante un piercing in risposta alla sollecitazione ed ha la forma di una pallina posta sotto al gioiellino. I cheloidi sono comuni dopo aver urtato o toccato troppo il piercing, mentre le infezioni possono portare a malesseri fisici molto più forti. I cheloidi sono in realtà molto facili da trattare e ci sono numerosi rimedi che aiutano a ridurre questi piccoli gonfiori abbastanza rapidamente.

Se ti è piaciuto questo articolo anche il post sui fatti curiosi legati ai pierging ti piacerà.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *