Tutto quello che dovete sapere sul peeling chimico.

peeling

Da quando qualche mese fa ho letto il libro di Tiziana Lazzari ho cominciato ad interessarmi a quelli che sono i trattamenti di bellezza da effettuare dai professionisti del mondo beauty che non necessariamente prevedono iniezioni, bisturi e punti di sutura.  Tra questi trattamenti c’è il peeling. Ma che cos’è un peeling?

Si tratta di un trattamento di bellezza in cui andiamo a rimuovere lo strato più superficiale della nostra pelle. Questo può accadere in due modi, attraverso un peeling meccanico od attraverso un peeling chimico. In un peeling meccanico avviene una esfoliazione della pelle attraverso un’azione manuale di sfregamento di un prodotto in cui sono presenti dei microgranuli più o meno grani. Discorso più complesso invece per il peeling chimico.

Nel peeling chimico la rimozione dello strato più superficiale della pelle avviene attraverso l’utilizzo di una soluzione chimica. Questa rimozione di tipo superficiale fa si che rigenerino anche gli strati sottostanti e più profondi dell’epidermide.

Come accennato sopra il peeling rientra tra i trattamenti di medicina estetica meno invasivi e può essere utilizzato sia sul viso sia su altri parti del corpo come ad esempio in caso di smagliature.

Il grande successo del peeling chimico è dato dal fatto che in poco tempo riesce a ridare alla pelle la luminosità e l’aspetto sano di un tempo.

Chi decide di sottoporsi ad un peeling chimico solitamente lo fa per rimuovere cicatrici, segni dell’acne, discromie, macchie solari e prime rughe.

Quando ci si sottopone a questo trattamento viene cosparsa sul viso o sulla parte da trattare, una apposita soluzione chimica composta da una miscela di acidi, appositamente studiata dal medico specialista per ottenere i risultati desiderati dal clienti. Gli acidi utilizzati sono tipicamente: acido glicolico, acido lattico, acido salicilico e acido mandelico.

Esistono tre tipologie di peeling chimici:

  • Il peeling Leggero che ha un’efficacia momentanea ma che acuisce il suo effetto con più sedute di trattamento
  • Il peeling Medio che già dalla prima applicazione dona visibilmente più luce e freschezza alla pelle
  • Il peeling Profondo il più intenso ed efficace in assoluto, ma che richiede maggiori premure per il recupero.

Per sottoporsi ad un peeling chimico è fondamentale però prendere alcune necessarie precauzioni.

Prima di tutto è bene programmare un intervento come questo nelle stagioni più fredde ovvero quando l’esposizione al sole è minore. Durante il trattamento si dovrà fare i conti con leggeri pizzichii e sensazioni di bruciore, sensazioni che verranno completamente a sparire una volte che la soluzione chimica del peeling verrà rimossa. Infine nei periodi successivi al peeling è bene proteggere il viso con una protezione solare adeguata per evitare casi di iperpigmentazione.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *