Il trucco delle dive: Sophie Ellis Bextor

tricco-sophie-ellis-bextor

Aver parlato di trucco anni ’60 mi ha dato modo di dedicare la mia rubrica il trucco delle dive ad un’artista che mi piace moltissimo, sia a livello musicale che a livello di stile, ovvero Sophie Ellis Bextor. Look retro e makeup che strizza l’occhio al makeup anni ’60.

I punti di forza del suo trucco sono:

  • lo stile retro ed elegante
  • l’enfasi sullo sguardo
  • l’uso di una palette di colori azzeccatissima.

Il trucco di Sophies Ellis Bextor è di chiara ispirazione anni ’60 (pur senza il cut crease) con occhi in primo piano, incarnato naturale, labbra non centrali.

Il fatto di puntare tutto sullo sguardo, ammaliante sia per il taglio degli occhi sia per il loro colore, consente di sposare l’attenzione alla parte superiore del viso facendo passare in secondo piano una mascella comunque abbastanza larga che viene tuttavia ammorbidita dall’uso del contouring. Il fatto di puntare tutto sullo sguardo consente anche di fare passare in secondo delle pieghe naso labiali che oramai si fanno sentire, ma a quasi 40 anni e dopo quattro bimbi, glielo concediamo! Tornando agli occhi, via libera all’eyeliner ma sempre sottile, e mai e poi mai una matita scura nella rima interna dell’occhio per non rimpicciolirlo.

Le ciglia sono lunghissime anche grazie all’uso di ciglia finte ma sempre dall’effetto naturale. Le sopracciglia sono curate, sottili ma non ridisegnate in modo artificiale.

Trucco Sophie Ellis Bextor: labbra color corallo e verdi brillanti.
Trucco Sophie Ellis Bextor: labbra color corallo e verdi brillanti.

Sophie Ellis Bextor usa fondamentalmente due palette di colori. La palette che comprende colori come i verdi brillanti ed il verde acqua ottimi per una donna dai colori chiari come lei (ricordiamo infatti che siamo di fronte ad una bionda dai colori primaverili). Oppure i colori come il rame, ottimi per chi ha gli occhi azzurri. Per le labbra i colori vanno dalle tonalità nude al rosso brillante, ma mai oltre!

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *