Trend capelli: è arrivato il charcoal gray

charcoal-gray

Le trecce arcobaleno ed i capelli pastello perlati vi fanno venire l’orticaria? Dubbi su che colore farvi sulla stagione fredda? Stufe dei mogano, dei rossi, dei neri corvini? Nessun problema è arrivato il charcoal gray: grigio come i pomeriggi di pioggia in inverno! Attenzione non è il grigio granny di un paio di anni fa, il charcoal è molto più austero e di spessore!

E’ fumoso, è scuro, ha una punta d’argento ed una punta di blue, è moderno, è sexy ed è tutto quello che una ragazza sopra le righe potrebbe desiderare.

Sembra fatto apposta per i capelli lunghi con onde morbide e femminili. Io me lo immagino abbinato con un bel rossetto scuro. Anche sul liscio non sta male, ma veramente non c’è partita. Quanto alle pettinature: è un peccato raccogliere i capelli di questo incredibile colore, al massimo accontentatevi di una mezza coda. Puntate a fare ricrescere velocemente i capelli? Non perdevi questo video.

Il trend come sempre è stato messo in evidenza da Instagram anche se è stato il celebre magazine online Allure a parlarne per primo.

Ovviamente il segreto per un risultato perfetto è quello riguardante decolorazione e preparazione del giusto tono di partenza. Se partite da capelli capelli color castano scuro, la vera abilità del vostro parrucchiere sarà eliminare ogni eventuale riflesso arancione dai capelli.

Con un colore così risultano fondamentali cure extra per la bellezza dei capelli: shampoo protettivi del colore e maschere e sieri protettivi per le lunghezze affinchè la decolorazione non vada a pregiudicare la bellezza del capello. In generale poi anche se sembra brutto da dire: cercate di lavarvi il meno possibile, in quanto è un colore veramente delicatissimo. Magari date una chance allo shampo secco. Quando vi lavate i capelli assicuratevi di usare shampoo privi di solfati e acqua quanto più fredda possibile.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *