La sindrome della crocerossina: la donna empatica vs l’uomo narcisista

sindrome-crocerossina

Vi hanno mai detto che avete la sindrome della crocerossina? Vi siete mai accanite per migliorare un uomo pessimo salvo farvi solo il sangue amaro? No, non siete possedute dallo spirito di Candy Candy siete semplicemente una donna empatica che si è imbattuta in un uomo narcisista. Ma tranquille è più comune di quello che possiate immaginare.

Lo spunto me l’ha dato Domenico Iapello che nel suo sito dedicato a come riconquistare un ex, ha dedicato un post proprio alla riconquista di un narcisista. Una situazione un po’ da incubo se ci pensate… ma si sa l’amore è cieco.

La verità è che gli empatici attirano i narcisisti. Proprio così. Quello che potreste pensare è che gli opposti si attraggono, ma la verità è che empatici e narcisisti hanno un tratto importantissimo che li accomuna. Ma facciamo un passo indietro e passiamo in rassegna quelli che sono i tratti distintivi di entrambe le categorie.

Narcisista è una parola che per lo più viene utilizzata a sproposito. Essa denota un disturbo mentale ben definito, anche se per lo più viene utilizzata per definire persone dall’ego smisurato al limite dell’egomania, privi di empatia e manipolatori. Gli empatici per contro grazie alla loro estrema sensibilità sembrano fatti apposta per aiutare il prossimo. Sono pronti al sacrificio personale totale e questa è la loro principale fonte di delusioni.

Il tratto che accomuna empatici e narcisisti, è l’abilità nel cogliere e nel percepire le fragilità e le insicurezze degli altri. Ma mentre i primi si prodigano in atti di aiuto e comprensione, i secondi li sfruttano a proprio vantaggio attraverso la manipolazione.

Se già così gli empatici hanno di che avere paura, specie quando si sconfina nell’ambito delle relazioni sentimentali, non vi rassicurerà il fatto che esistono ben 6 tipi di narcisisti.

Il narcisista vulnerabile in realtà teme l’abbandono ed il rifiuto. Si celano dietro alla maschera della vulnerabilità ma con la speranza di tramutarsi in qualcosa che gli altri trasformano in un idolo.

Il narcisista invulnerabile per contro è il narcisista con un complesso di superiorità da manuale. Estremamente egocentrico e fiducioso si preoccupa solo di se stesso. Non cerca di essere idolatrato perchè si glorifica perfettamente già da solo.

Il narcisista amoroso come potete immaginare punta tutto sulla soddisfazione dei suoi bisogni sessuali ed orientati all’apparenza salvo poi, dopo averli raggiunti, fare tabula rasa. Questo meccanismo si chiama seduce and destroy. Questo tipo di narcisisti tipicamente è molto affascinante e di bell’aspetto.

I narcisisti compensatori sono i peggiori bugiardi in cui possiate imbattervi. Si presentano per quello che non sono ed hanno bisogno di un travestimento intellettuale per compensare quello che non sono o non sono riusciti a raggiungere. Le loro vittime preferite sono le persone molto insicure di se stesse, dalle quali puntano a farsi ammirare.

I narcisisti elitari sono pieni di se per via dei successi ottenuti o per via della famiglia di provenienza. Si sentono superiori a tutti e pretendono di essere trattati come re.

Quando si parla di narcisisti maligni si sconfina nella psicopatia e nel cosiddetto Complesso di Dio. Sono persone che non sanno distinguere il bene dal male, estremamente arroganti e spesso dediti al bullismo.

Ovviamente tutto questo articolo può anche valere al contrario, dal maschile al femminile.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *