Mete estive: una gita all’isola del Giglio

giglio_comearrivare

Il nostro bel Paese ti offre tantissimi luoghi da visitare, particolarmente adatti per le vacanze estive, in effetti possono rappresentare una meta ideale anche per i week end primaverili e autunnali. Tra le tante spiagge e coste meravigliose oggi ti vogliamo consigliare l’isola del Giglio. Si tratta di una delle isole dell’arcipelago toscano, a breve distanza dalla costa, in provincia di Grosseto.

Come arrivare al Giglio
L’isola del Giglio non è lontana dalla costa, ma per visitarla dovrai arrivarci in nave o in aliscafo. In effetti il servizio è rapido e molto frequente, soprattutto nel periodo estivo, quindi non avrai alcun problema a prenotare il tuo passaggio ponte; sull’isola infatti conviene andare a piedi, oppure noleggiare uno scooter, per evitare di doversi costantemente preoccupare di dove parcheggiare la macchina. Per altro l’imbarcadero è facilmente raggiungibile anche on i mezzi pubblici e sull’isola sono disponibili a noleggio motorini, gommoni, piccole barche, o anche autovetture se proprio lo si ritiene un mezzo necessario. Per organizzare al meglio la partenza leggi come arrivare all’isola del Giglio con il traghetto. Potrai anche tu notare che in piena estate le corse sono più frequenti, ma anche più costose e difficili da prenotare. Conviene in genere partire in una giornata infrasettimanale.

Cosa fare all’isola del Giglio
Questa isola non è molto grande, ma offre tantissime piccole spiagge soleggiate e una costa invidiabile. Particolarmente apprezzata da chi ama le immersioni, sull’isola si possono trovare istruttori e guide in grado di portarci nelle zone più belle da vedere dal mare, sott’acqua. Per chi invece preferisce altri tipi di gite, il consiglio è quello di noleggiare un’imbarcazione, anche di piccole dimensioni, per potersi avventurare anche verso le calette più nascoste, quelle verso cui è difficile, o impossibile, dirigersi a piedi. Perfetta per chi ama la vita all’aria aperta e nella natura, l’isola del Giglio propone numerosi sentieri da percorrere a piedi, particolarmente interessanti in primavera e in autunno, quando il clima è più mite rispetto alla calda estate. Le coste di questa isola misurano più di 20 kilometri, anche nei periodi di maggior affollamento da parte dei turisti è sempre possibile trovare uno spazio libero dove riposarsi al sole. Inoltre buona parte del turismo è di passaggio: arriva al mattino con il traghetto e riparte la sera; per chi vuole godersi appieno l’isola è possibile pernottare in una delle strutture dei Giglio, cosa che consente di fermarsi per qualche giorno, trovando anche momenti della giornata con minore affollamento.

I borghi da visitare
Nonostante si tratti di una piccola isola non mancano i paesaggi montuosi e neppure i piccoli borghi, dove trovare artigianato locale, ristoranti tipici e mille attività da svolgere. Il porto di approdo è Giglio Porto, un borgo arroccato tra gli scogli; nei pressi, seguendo la costa verso nord, troviamo Arenella, particolarmente adatta per trovare ristoranti in cui assaporare il pesce fresco della zona. Più verso la zona montuosa dell’Isola troviamo invece Giglio Castello e, sulla costa occidentale, Giglio Campese con la bella spiaggia sabbiosa.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *