Makeup Table: la postazione trucco dei sogni

makeup-table
Le più anglofile la chiamano makeup table, le amanti del vintage la chiamano dressing table, quelle che amano i termini desueti la menzionano come toeletta. Sta di fatto che quando si diventa maniache del makeup, una postazione trucco con i fiocchi è un desiderio irrinunciabile! Quando il makeup in casa si fa parecchio e l’attenzione per la tecnica diventa una priorità, la makeup table diventa imprescindibile. In questo post vedremo come creare una makeup table perfetta.

Prima di cominciare con i consigli, sappiate che dovremmo prendere in considerazione tre aspetti:

  • specchi ed illuminazione
  • ergonomia della postazione
  • possibilità di organizzare i propri trucchi in modo ordinato

Specchi ed illuminazione.

Lo specchio e la sua illuminazione sono l’elemento chiave di una buona makeup table. E’ necessario infatti che lo specchio sia di una grandezza almeno pari a quella del vostro viso e che sia illuminato con delle luci capici di ricreare la luce naturale (niente luci gialle per capirci). Quando scegliete uno specchio è fondamentale prendere in considerazione un aspetto: la sua vicinanza con un presa dell’elettricità. Se per motivi tecnici non potete dotarvi di uno specchio da attaccare all’elettricità, allora potrete optare per uno specchi stand alone a batterie. I migliori in questo senso sono gli specchi LED. Chi sta cercando di orientarsi nel mondo degli specchi cosmetici stand alone non avrà che l’imbarazzo della scelta (vi consiglio di dare un’occhiata alla selezione di specchi presenti su Livingo).

Specchi Cosmetici Stand Alone
Specchi Cosmetici Stand Alone

Ergonomia della postazione.

La stragrande maggioranza delle makeup table è dotata di uno sgabellino che vi permette di stare comodamente sedute davanti allo specchio mentre vi truccate. Se per ragioni di spazio doveste optare una soluzione senza sgabellino (ad esempio nel caso in cui abbiate optato per un tavolo di tipo console), fate attenzione al fatto che lo specchio sia esattamente posto alla stessa altezza del vostro viso e non più in basso, in modo tale da non dovervi truccare chine in avanti.

Organizzazione del makeup

Tendenzialmente potete trovarvi in due casistiche: la makeup table dispone di cassetti in cui immagazzinare il vostro makeup oppure il makeup viene disposto sul ripiano della postazione trucco. Se vi trovate nella seconda situazione, ricordatevi di trovare il giusto compromesso tra organizzazione ed estetica. Da un’occhiata a questo mio vecchio post in cui vi spiego come organizzare il makeup in modo furbo, creativo e senza spendere follie. Se invece avete l’estetica come prima priorità allora vi consiglio un contenitore per makeup in plexiglass, che si rivela attualmente una delle scelte più fashion per organizzare i propri cosmetici.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *