L’anello di fidanzamento: un sogno per lei, un potenziale problema per lui

guida-scelta-anello-fidanzamento-diamanti

“Diamond’s are the girls best friends” cantava la biondissima Marilyn Monroe. Forse sì forse no, sta di fatto che i diamanti affascinano molto donne soprattutto quando si tratta di anelli di fidanzamento o, come diceva una mia ex collega, quando si parla del “brillo”.

Non è detto che il vostro fidanzato vi debba chiedere per forza di sposarlo con un anello in mano, in quanto questo dipende molto dallo “stile” del vostro rapporto, ma ovviamente se questo dovesse succedere attraverso un anello con diamante, l’emozione sarà massima.

Ma perchè noi donne aspiriamo all’anello di fidanzamento con diamante? Beh perchè ci hanno insegnato che “un diamante è per sempre”, come vorremmo fosse la nostra vita matrimoniale e poi perchè sappiamo che i diamanti possono costare molto e quindi se qualcuno fa questo sacrificio monetario per noi o è quello giusto, o è uno pazzo con una certa disponibilità economica.

Io dal canto mio avendo un piccolo anello di fidanzamento con diamante al dito vi posso dire: ha una luminosità e bellezza che difficilmente troverete in altre pietre.

Ma quando è cominciata l’abitudine di regalare diamanti per il fidanzamento?

Nel 1477, l’arciduca Massimiliano d’Austria ha commissionato il primo anello di fidanzamento per la sua sposa, Maria di Borgogna. Questo ha scatenato la moda per anelli di diamanti tra aristocrazia e nobiltà europea. I sentimentalissimi uomini dell’epoca Vittoriana diventarono famosi per aver aver progettato anelli di fidanzamento ampiamente decorati che mescolavano i diamanti con altre pietre preziose, metalli preziosi e smalti.

Anello di fidanzamento con diamanti: una piccola guida alla scelta.

Se questo articolo capitasse per le mani di qualche maschietto, sappiate che per scegliere un anello con diamanti per un fidanzamento, dovete sapere la misura indicativa dell’anulare della vostra lei, quanti carati deve avere la gemma (più carati = diamante più grande) e la forma che deve avere la gemma. Esistono almeno 6 tipi di forme tra qui scegliere, dove la forma più semplice e popolare è quella di “a brillante”.

Potete sceglierne uno con una sola gemma o il popolarissimo “Trilogy” ma sempre e solo con base realizzata in oro bianco.

Ricordate inoltre che quando acquistate un anello con diamante, vi viene consegnata una garanzia grazie alla quale potete in qualsiasi momento rivolgervi alla gioielleria presso la quale l’avete acquistato, per farlo lucidare gratuitamente affinchè non perda la sua naturale luminosità.

Anello di fidanzamento con diamanti: prezzi ed alternative

Se la vostra lei non ha la fissazione per i diamanti e/o pensate che le dispiacerebbe sapere, anche se solo indicativamente, che avete speso molto, potete sempre optare per un ottimo zircone.

Se invece il diamante fosse quasi una scelta obbligata, evitate di cercare online cose tipo “anello di fidanzamento economico” perchè i prezzi per un diamante modesto ovvero con pochi carati, vanno dai 600 ai 900 Euro.

Oppure se l’anello di fidanzamento con diamanti è troppo inflazionato per i vostri gusti potete sempre optare per un rubino o uno zaffiro.

Se ti è piaciuto questo articolo prova a leggere anche Alternative ai diamanti per gli anelli di fidanzamento.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *