Il trucco delle dive: Kim Kardashian

trucco-kim-kardashian-makeup

Comincio con una premessa: Kim Kardashian è sicuramente una di quelle dive la cui esistenza mi lascia del tutto indifferente. Immagine di un lusso vuoto, di una strabordanza finta e molto poco elegante. Tuttavia il suo makeup è oggetto di molto interesse ed i tutorial per realizzarlo fanno scuola sul web.

Ma veniamo quindi le caratteristiche del trucco di Kim Kardashian.

Le sopracciglia sono folte ma sempre molto curate.

Le ciglia sono lunghissime e super arricciate sia quelle inferiori che quelle inferiori. Le ciglia finte non mancano sono lunghissime ma nel complesso molto naturali verosimilmente per l’aspetto un po’ spettinato.

Le labbra sono nel 99% dei casi nude anche se con differenti finiture tra lucido, creamy e lustre. Non ho trovato sul web nessuna foto con un rossetto scuro e pochissime con un rossetto rosso.

Gli occhi sono caratterizzate dalle tonalità nude. Se avete modo di trovare sul web alcune foto di Kim Kardashian senza trucco noterete che ha degli occhi non molto evidenti. In altre parole usa un trucco per occhi piccoli enfatizzato dalle ciglia lunghissime di cui abbiamo parlato qui sopra.

Il making off del contouring di Kim Kardashian
Il making off del contouring di Kim Kardashian

Ma veniamo al punto centrale del trucco di miss Kardashian: il contouring. Il suo viso è perennemente scolpito attraverso un attento lavoro di chiaro scuro realizzati con prodotti in crema, sfumati abilmente e fissati con la sempre più popolare cipria Banana Powder di Ben Nye. Questa cipria sfusa ed impalpabile venduta in un formato abbastanza particolare (in bottiglietta) è diventa un must sia all’interno della panoramica delle ciprie “di lusso” sia in generale tra le maniache del contouring. Il countouring nel caso di Kim Kardashian punta a incanalare la luce verso la parte centrale del viso e punta a rendere più sottile un naso abbastanza largo.

Per chi non lo sapesse Kim ha anche firmato una linea di makeup e bellezza la Kim Kardashain Beauty.

 

 

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *