Freelance in gonnella: vendere online… di tutto.

vendere-online

Finora con i post di Freelance in gonnella abbiamo sempre considerato, attività lavorative relative al settore dei servizi e legate ad un rapporto più o meno stretto con il cliente finale. Oggi invece parliamo di vendita online. Se vi occupate di vendita di prodotti tangibili ma anche digitali e non potete permettervi un ecommerce tutto vostro, cominciate a segnarvi le piattaforme di vendita online che vi segnalo qui sotto.

Per illustratori et simila.
Se avete creato delle belle illustrazioni, personaggi in stile fumetto, slogan particolarmente trendy e pensate che starebbero benissimo su una t-shirt, su un mug o semplicemente appesi ad un muro potete incominciare a proporvi su Deviantart per trasformare le vostre opere in stampe professionali a partire da un file in alta definizione. O meglio ancora su SocietySix che mette a disposizione molti più supporti su cui stampare come cuscini, tappeti e perfino carte da parati.

Per fotografi
Spesso le agenzie di comunicazione, i web designers e l’editoria vanno alla ricerca di foto professionali da inserire nei propri elaborati. Pensate che si rivolgano ai singoli fotografi per reperirle? Qualche volta… ma più spesso le acquistano su siti come Gettyimages, Shutter Stock, Istock Photos che permettono ai fotografi di mettere in vendita i loro scatti cedendone di fatto i diritti d’uso a chi decide di acquistare una loro foto.

Per artigiani e “persone pratiche”.
Vi occupate di artigianato artistico? Realizzate splendidi gioielli? Realizzate complementi d’arredo con materiali inusuali? Siete una sarta specializzata in creazioni altamente su misura? La vostra vetrina online è Etsy.com. Una realtà ampissima con migliaia di venditori ed un numero sterminato di acquirenti. Qualsiasi oggetto artigianale o realizzato a mano a cui state pensando… beh probabilmente su Etsy è già in vendita.

Quelli nominati qui sopra sono sempre siti non italiani a cui ovviamente dovrete emettere una fattura se volete che vi siano accreditati i vostri proventi. Informatevi bene quindi con il vostro commercialista.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *