Miso: cos’è, dove comprarlo e come utilizzarlo in 2 facilissime ricette

miso
Molti mesi fa, le nostre lettrici avevano molto apprezzato il nostro post sul Tofu, è per questo che oggi riprendiamo il viaggio all’interno degli ingredienti per così dire esotici, trattando un prodotto ancora poco conosciuto in Italia: il miso.

Che cos’è il miso

Prima di tutto cominciamo che è più corretto parlare di pasta di miso. Si tratta di una pasta fermentata di soia gialla ma possiamo anche trovarci di fronte al miso di riso o miso d’orzo. Ha origini antichissime, infatti le prime segnalazioni che lo riguardano risalgono al 600 a.C. E’ molto utilizzato nella cucina orientale come si diceva sopra, soprattutto quella giapponese, ma anche in quella macrobiotica.

Proprietà del miso

Il miso contiene in se numerosi nutrienti benefici. E’ prima di tutto ricco di proteine nobili e per questo può essere utilizzato per integrare la propria dieta ed evitare i rischi di una alimentazione troppo ricca di carne. Grazie ad una composizione molto simile a quella dello yogurt, molto ricca di enzimi e lactobacilli, è l’ideale per ripristinare la flora intestinale. E’ caratterizzato da elevati livelli di Omega 6, lecitina e vitamine del gruppo B. Aiuta infine la digestione.

Il miso viene utilizzato principalmente come condimento per insaporire zuppe, minestre ma anche insalate. Meglio non esagerare però onde evitare di conferire alle pietanza un gusto troppo sapido.

Essendo costituito principalmente da soia, è preferibile acquistarlo di origine biologica onde evitare l’alto rischio OGM.

Dove si compra la pasta di Miso.

La pasta di miso si compra tipicamente nei negozi di alimenti biologici e macrobiotici, ma è anche possibile acquistarlo online in negozi specializzati in cucina giapponese o banalmente su Amazon. Presso questi negozi potete acquistare la pasta in buste e confezioni sottovuoto, oppure potete comprare delle pratiche bustine per chi vuole provare la zuppa di miso istantanea.

Come si usa la pasta di miso: ricette e consigli

Dopo questa prima premessa ecco due facilissime ricette.

La prima è la gettonatissima zuppa di miso classica con l’alga Wakame. La zuppa di miso può anche contenere riso, verdure e tofu. Quindi cominciamo con vedere come fare la zuppa di miso.

La zuppa di miso, versione classica Fonte http://www.benesserecorpomente.it/

  • 1 carota grattugiata
  • 1 pezzo di daikon grattugiato o a listarelle
  • 1 cipolla sminuzzata
  • prezzemolo tritato (oppure erba cipollina)
  • 8-10 cm. di alga wakame (da mettere a bagno 10 minuti in acqua tiepida e tagliare a strisce sottili)
  • 2 cucchiai di miso,
  • 2-3 tazze d’acqua.

Preparazione

Mettete  a bollire l’acqua. Mettete a cuocere l’alga wakame, dopo un paio di minuti aggiugete cipolla e carota, poi il daikon, e cuocete il tutto per 5/7 minuti. Nel frattempo sciogliete il miso in acqua tiepida fino a ridurlo ad una purea; aggiungetelo alla zuppa, spegnete la fiamma e  coprite per altri 2-3 minuti, infine mescolate. Prima di servire aggiungete il prezzemolo o l’erba cipollina, se lo gradite. Importante: il miso non deve bollire, solo così conserva le sue proprietà.

Zuppa di miso con riso e lenticchie Fonte http://ricette.donnamoderna.com/zuppa-di-miso-con-riso-e-lenticchie/

100 gr. di riso basmati
100 gr. di lenticchie gialle decorticate
4 bustine (o 4 cucchiai) di miso chiaro

Versate le lenticchie in una pentola, aggiungete un litro e mezzo d’acqua fredda e portate a ebollizione. Versate quindi il riso e cuocetelo al dente. Spegnete il fuoco e incorporate il miso mescolando bene.
Il sapore in più
Cospargete le zuppe con un cipollotto affettato fine.

Ti piace la cucina etnica? Conosci l’Harissa e sai come usarla? E sai anche cos’è la tahina?

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *