Brushes Bullettin: Mermaid brushes by Unicorn Cosmetics.

mermaid-brushes-unicorncosmetics

Unicorni e sirene sono usciti dal mondo della fantasia e popolano felicemente… Pinterest ed Instagram. Non solo questo mood fantasy, quello degli unicorni, non sembra abbandonare il mondo della bellezza e del life style ma ha anche iniziato a dare il nome a brand cosmetici. Insieme alla rubrica brushes bullettin di dicembre dite dunque ciao a Unicorn Cosmetics. E per fare fede al suo buon nome questo brand non poteva che proporre un set di pennelli trucco a tema sirena! Ovvero il Mermaid Brushes set. Di pennelli strani qui su Donna e Dintorni ne avevamo già visti (come in questo post) ma questo set spinge il concetto di “strano” un po’ oltre.

Lanciato sul mercato il 6 novembre, si tratta di quattro pennelli in cui l’impugnatura, variopinta e sfumata, ha la forma di coda di pesce. Ma vediamoli nel dettaglio.

  • Lilu pennello angolato di precisione
  • Bubbles pennello da illuminante bicolor
  • Korali pennello da fondotinta o cipria dal vibrante
  • Delphie pennello per preparare e rifinire il trucco.

Costano 24 dollari l’uno, potete acquistarli singolarmente oppure comprarli tutti insieme al costo di 92 dollari con in regalo “l’imprescindibile” custodia a forma di conchiglia.

Ma il vero plus di questo plus? Beh l’impugnatura si piega! Insomma avrete la sensazione di una vera coda di sirena che vi guizza tra le mani… irrinunciabile nevvero?

Chi volesse approfondire la conoscenza di Unicorn Cosmetics, sarà contenta di sapere che propone quasi esclusivamente set di pennelli dalle forme “singolari”. Io personalmente sono rimasta colpita da un set in cui le impugnatura ricorda in versione dark il corno di un unicorno, un set uscito per Halloween che potete custodire in un delizioso astuccio in similpelle nera a forma di bara.

L’azienda sembra sfornare un set di pennelli al mese, vedremo cosa lancerà durante il mese di dicembre. Un set di pennelli a forma di renna forse?

Sito ufficiale www.unicorncosmetics.co.uk

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *