5 consigli per passare ai prodotti di bellezza bio senza stress

passare-ai-prodotti-bio

Nonostante non mi possa definire una fondamentalista dei prodotti bio, non vi è dubbio sia stata una scelta molto intelligente passare al naturale. La pelle del mio viso con una nuova skin routine bio è migliorata sensibilmente, soprattutto per quanto riguarda la tendenza acneica, e per quanto riguarda i prodotti per il corpo devo dire che, usati con costanza micidiale, si sono rivelati molto più efficaci di quelli tradizionali.

Se anche voi state pensando di passare al bio ma state rimandando da un po’ troppo tempo, in questo articolo 5 consigli che spero vi aiuteranno a passare alla bellezza green in modo facile e non traumatico.

Il primo ostacolo che potrebbe farvi trovare scoraggiante la transizione tra bellezza tradizionale e bellezza bio, potrebbe essere il costo. Ma nessuno vi dice di ricomprarvi tutto il contenuto del beauty case scegliendo prodotti bio in una settimana. Una tecnica intelligente potrebbe essere quella di ricomprare prima di tutto quei prodotti più dannosi per la vostra salute e per la vostra bellezza e poi pian piano, passare agli altri. Nessun vi obbliga a fare un passaggio netto dall’oggi al domani siate pazienti, e pian piano vedrete intorno a voi solo prodotti green.

In Italia così come in ogni altro paese, esistono diverse organizzazioni, siti o forum che vi possono essere d’aiuto nel famigliarizzare con la composizione dei prodotti di bellezza, perchè è proprio diventando familiari con la lista degli ingredienti o INCI che potrete capire se un prodotto è bio, abbastanza bio o letteralmente un centrifugato di zozzerie chimiche. In Italia vi possono tornare utili siti come Sai Cosa Ti Spalmi che fornisce numerose recensioni di prodotti bio ma ancora di più Biodizionario che vi aiuta a conoscere, grazie al suo motore di ricerca, la bontà di un determinato in componente.

Come detto nel punto uno date la priorità alla sostituzione di quei prodotti che più degli altri entrano in contatto con la vostra pelle. Un buon inizio potrebbe essere sostituire i deodoranti antitraspiranti a base di sali di alluminio con le loro versioni bio. Un secondo passo potrebbe essere sostituire il detergente viso, considerato che la pelle del viso è molto delicata e tendenzialmente ci si lava la faccia almeno due volte al giorno. Poi potete passare a bagnoschiuma, crema corpo e via dicendo…

Orache sapete cosa comprare, possiamo parlare di dove comprare. Personalmente amo comprare online e negli anni ho comprato soprattutto da EccoVerde, secondariamente su Mondvert e Bioalkemilla. Esistono poi le bio profumerie ed i reparti cosmesi di negozi come Naturasi. Nell’ultimo anno è arrivata (o meglio tornata) in Italia anche DM che è una catena di drugstore specializzata in prodotti bio. Per quanto riguarda i negozi tradizionali io spesso faccio incetta di prodotti presso Tigotà.

Non si può evitare di dire che la cosmesi bio è anche diventata un po’ di moda. Per questo motivo molti marchi main stream hanno tentato di lavarsi la coscienza creando delle versioni green dei loro prodotti più popolari. Ma lo saranno davvero? Anche in questo caso l’unico modo per sapere cosa mettete nel carrello è leggere, leggere e leggere l’INCI. Ci sono degli ingredienti che non appena fanno la loro comparsa in un INCI vi danno la certezza che non avete in mano un prodotto ecologico.

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *